Stampa

Referendum abrogativo concernente le trivellazioni in Mare - 17 Aprile 2016

Opzione per l'esercizio del voto per corrispondenza nella circoscrizione estero

In prossimità dell’indizione del referendum popolare abrogativo sulle trivellazioni in mare, per il quale è prevista la data di votazione del 17 Aprile 2016, il Ministero dell’Interno – Direzione dei Servizi Elettorali – ha emanato una disposizione per agevolare il voto degli elettori italiani temporaneamente all'estero per motivi di lavoro, studio o cure mediche, per un periodo di almeno tre mesi nel quale ricade la data di svolgimento del referendum, i quali potranno optare per l’espressione del voto per corrispondenza.

A tal fine, gli elettori interessati dovranno compilare e far pervenire il modello allegato, accompagnato da una fotocopia del documento di riconoscimento, al Comune nel quale sono iscritti nelle liste elettorali entro i dieci giorni successivi alla data di pubblicazione del decreto di convocazione dei comizi elettorali.

Il modello potrà essere inviato per posta, per telefax, per posta elettronica anche non certificata  ( all’indirizzo :  Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo. ), oppure recapitato a mano al comune anche da persona diversa dall’ interessato. 

 
Attenzione: Il modulo ha campi compilabili, per tanto non va aperto nel browser ma scaricato e compilato.




Richiesta di voto in Italia per i cittadini Aire
 
Si rammenta che gli elettori italiani residenti all'estero (iscritti AIRE) i quali votano di norma per corrispondenza all'estero, possono esercitare il diritto di voto in Italia avvalendosi di un differente diritto di opzione valido soltanto per questa consultazione utilizzando apposito modulo predisposto dal Ministero degli Affari Esteri reperibile presso Consolati, Patronati e “Comites” nonché in via informatica sui relativi siti internet compreso il Ministero Affari Esteri (www.esteri.it). 
Il modello riportante la richiesta di opzione dovrà essere trasmesso, necessariamente corredato di copia del documento di identità dell'elettore, entro venerdì 26 febbraio 2016 (con possibilità di revoca entro lo stesso giorno) all'Ufficio Consolare operante nella circoscrizione di residenza dell'elettore mediante consegna a mano o per invio postale o telematico.
In caso di mancato o tardivo esercizio della facoltà di optare per il voto in Italia, l'elettore potrà comunque esercitare il diritto di voto all'estero per corrispondenza.
 
Mighty Free Joomla Templates by MightyJoomla